mercoledì 8 ottobre 2014

esperimento 132: ciambella al cocco

L'altro giorno stavo sfogliando l'ultimo numero de "La Cucina Italiana" e ho letto una ricetta chiamata "pane caraibico". Miracolosamente avevo tutti gli ingredienti per provarlo subito! E quando dico subito intendo che nel giro di un'ora e mezza lo stavo mangiando. La ricetta però ha subito drastiche modifiche in corso d'opera. Mi sono ritrovata con una lattina di latte di cocco aperta, di cui me ne servivano solo 50 grammi e siccome la ricetta prevedeva anche burro e latte, ho fatto due conti e senza esitare ho rovesciato l'inera lattina nell'impasto, omettendo gli altri due ingredienti. Il mio ragionamento è stato "più cocco c'è, meglio è". La forma a ciambella è facoltativa, ma  perfetta per questo dolce, che dà il suo meglio affondato nel latte della colazione.  Con le modifiche che ho fatto, la ricetta è anche vegana.


Dati:
350 gr farina
200 gr zucchero
75 gr cocco disidratato grattugiato
10 gr lievito per dolci
1/2 cucchiaino cannella
1 cucchiaino abbondante buccia di limone grattugiata
1 pizzico sale
400 ml latte di cocco


Procedimento
  1. Mescolare tutti gli ingredienti secchi, setacciando farina e lievito.
  2. Versare il latte di cocco e lavorare finché il composto è omogeneo.
  3. Versare in una teglia imburrata e infarinata o rivestita da carta forno e cuocere per un'ora a 180°.
  4. Fare la prova con uno stecchino, sfornare e far raffreddare su una griglia.

Consiglio di provare questa ciambella quando è ancora tiepida e super-profumata. Si presta anche a essere tostata.

6 commenti:

  1. complimenti Laura , questa ciambella sembra davvero molto buona , mi piace tanto ...........un abbraccio

    RispondiElimina
  2. questo pane caraibico mi piace molto, grazie per la condivisione

    RispondiElimina
  3. Le pesche sono uno dei miei frutti preferiti e cosi' ripiene sono davvero invitanti. Devo proprio provarle. Grazie.

    RispondiElimina
  4. a che si riferisce il precedente post?
    cmq ...alla faccia degli esperimenti, direi sempre perfettamente riusciti!
    ma come riuscite voi blogger a fare dei dolci così perfetti?? ;)
    Enrica

    RispondiElimina
  5. Ma cosa e' successo a questo blog? E' fermo da 15 mesi...peccato, spero solo che questo silenzio non stia avvolgendo un problema serio.

    RispondiElimina
  6. Una torta semplice ma deliziosa:-)
    un saluto dall´Hotel Val Pusteria, Carolina.

    RispondiElimina